Il Concerto di Capodanno di Vienna - Legno Curvato
EN | IT
READING

Il Concerto di Capodanno di Vienna

Il Concerto di Capodanno di Vienna

Johann Stauss II by Dennis Jarvis

Sine arte sine amore non est vita. (Otto Wagner)

Non c’è inizio d’anno a regola d’arte senza il Concerto di Capodanno di Vienna.

Me lo ricordo sin da piccola, per la mia famiglia un appuntamento fisso, insieme al tradizionale cotechino con le lenticchie porta fortuna per il nuovo anno.

La magia di Vienna e del sogno di questa città è tutta racchiusa nella sala dorata del Musikverein, sulle note delle opere di Strauss, nel tradizionale Neujahrskonzert der Wiener Philharmoniker.

Ecco perché voglio dedicare a questo evento il nostro primo post del 2020, come ogni anno del resto,  e come sempre, partiamo dall’inizio.

 

Neujahrskonzert 2018

Der Neujahrskonzert der Wiener Philharmoniker

Quest’anno si festeggiano due ricorrenze importanti: i 250 anni dalla nascita di Ludwig van Beethoven e i 150 anni dalla inaugurazione del Musikverein, il più importante luogo della musica classica a Vienna e d’Europa.

Questo Concerto specialissimo si tiene infatti dal 1939 a Capodanno proprio nella sala dorata del Musikverein di Vienna. Il programma, suddiviso in due parti, è dedicato principalmente alle opere della famiglia Strauss (Johann padre, Johann figlio, Josef ed Eduard), eseguite dai Wiener Philharmoniker.

Tradizionalmente, si conclude con l’esecuzione di 3 brani fuori programma, due dei quali fissi: una polka veloce (o galopp) seguita da An der schönen blauen Donau (Sul bel Danubio blu) di Johann Strauss jr per finire con la Radetzky-Marsch (Marcia di Radetzky) di Johann Strauss padre.

Tra le unicità del concerto, è l’unico in cui il pubblico è invitato a partecipare battendo le mani, esattamente durante quest’ultimo brano, diretti dal Direttore d’Orchestra.

Inoltre, sempre per tradizione, alle prime note de Sul bel Danubio blu il pubblico fa partire un lungo applauso a cui seguono gli auguri degli orchestrali e del maestro d’orchestra, in perfetto tedesco.

 

Neujahrskonzert 2018

Numeri ed emozioni da capogiro

I numeri dei resoconti del Concerto di Capodanno di Vienna sono sempre importanti. È sicuramente il concerto più popolare e seguito al mondo.

I brani eseguiti sono scelti dal Direttore tra un repertorio che ne conta più di 800.

14 le telecamere in sala, alcune discretamente nascoste dietro alle statue dorate, collegano oltre 90 paesi, incluso l’arcipelago di Tonga, in Oceania.

4 i Presidenti della Repubblica presenti, insieme a ministri e ambasciatori in sala in mezzo a un pubblico tutto europeo di tutti i ceti sociali.

Di fronte alla musica, al suo linguaggio universale e alla gioia della danza siamo tutti uguali. La partecipazione è accessibile a tutti, in pieno spirito di democrazia dei consumi di cui Vienna è maestra.

 

Neujahrskonzert 2018

La perfezione nel gioco e nella spensieratezza

E l’emozione è assicurata. È bello, quanto raro, vedere dei professionisti di tale livello felici e sorridenti nello svolgere il proprio lavoro, per la gioia del pubblico.

Una sensazione che abbiamo vissuto anche durante il nostro viaggio a Vienna, nel concerto al Kursalon dove gli Strauss presentavano in anteprima le loro creazioni.

Perfetta l’esecuzione, in ogni dettaglio, come nel colore dei fazzolettini usati dagli orchestrali a protezione delle mentoniere, della medesima tinta e fantasia delle cravatte grigio perla. Colore d’ordinanza per la cravatta a plastron o semplice cravatta in seta da tight.

Tutto in ordine, tutto perfetto, dagli ottoni scintillanti ai fiori che alla fine del concerto sono stati presi dai partecipanti per essere portati a casa.

Tutto pronto per liberare il bambino felice che è in tutti noi e di cui Vienna è palcoscenico ideale, con i suoi balli, nel gioco spensierato della leggerezza dell’anima.

Il valore della musica a Vienna

Ma parliamo di quest’anno ancora più speciale poiché apre un nuovo decennio. Il concerto è diretto da Andris Nelsons, Direttore della Boston Simphony Orchestra e della Orchestra della Gewandhaus di Lipsia, tra le più antiche e prestigiose del mondo.

A Vienna i Philarmoniker incarnano il potere musicale, sono una sorta di cooperativa autogestita la cui vita segue regole precise: per dirne una, solo dopo due anni allo stipendio si possono aggiungere i diritti derivati da varie voci, discografici, d’immagine.

Il baricentro dell’Orchestra, gli archi, violini, viole, violoncelli, entrano all’ultimo ricevendo un applauso dal direttore.

Neujahrskonzert 2018 Vienna

Per comprendere il valore della musica alla fine dell’800, pensate che la morte di Johann Strauss (figlio) nel 1899 fu una tragedia per la città di Vienna, rimasta quasi indifferente alla dipartita dell’imperatrice dell’anno precedente.

Strauss, uomo triste, ossessivo e profondamente malinconico, viene a mancare in maniera inattesa.

Abbandona il podio dopo aver diretto l’Ouverture dell’operetta Die Fledermaus, cede la bacchetta perché non si sente di proseguire. Pochi giorni dopo crolla a terra mentre cammina in un parco viennese.

Quando la notizia si diffonde, le orchestre scendono per strada per suonare all’unisono il suo An der schönen blauen Donau.

Segno di vita e di speranza e del fatto che ciò che rimane di noi nel mondo è l’amore ricevuto e, soprattutto, donato. Ecco perché questo brano non può mancare al Concerto di Capodanno di questa magica città, patria del legno curvato.

Anche questo stile è da sempre protagonista nei concerti, ad esempio con i suoi portaspartiti travestiti da portariviste e con la sedia n. 21 detta “sedia da musicista”.

Thonet e la musica

 

Come partecipare a un Concerto di Capodanno a Vienna

Innanzitutto, il CD del concerto di Capodanno 2020 è disponibile dal 10 gennaio su Amazon ed è possibile prenotarlo sin d’ora.

Se invece volete partecipare al prossimo Concerto di Capodanno, ecco tutte le informazioni per voi.

⊗ La scelta è fra 3 date

Per chi non lo sapesse, il concerto di fine/inizio anno ha 3 date possibili, tutte con il medesimo programma musicale, sempre interpretato dall’Orchestra Filarmonica di Vienna. Sempre al Musikverein.

La prima data è l’anteprima del 30 dicembre, seguita dal Concerto di San Silvestro del 31 dicembre. Chiude il ciclo il concerto del 1° gennaio, tra tutti il più popolare e ricercato.

⊗ Come acquistare i biglietti

I biglietti sono acquistabili dal sito della Wiener Philharmoniker, quest’anno dal 1° al 28 febbraio. I partecipanti vengono poi estratti a sorte.

Nel mese di marzo viene notificata l’assegnazione via mail o nell’area personale sul sito. Questo sia che si sia vinto che non. Nel caso di esito positivo vengono quindi rese note le modalità di pagamento.

Il prerequisito per la prenotazione è la registrazione sul sito. Per il concerto di Capodanno si possono richiedere massimo 2 biglietti a testa, per le altre date fino a un massimo di 4.

⊗ Quanto costa il biglietto

Il prezzo del biglietto varia a seconda della data. Per il concerto di Capodanno è compreso tra 35€ e 1.200€. Quello di San Silvestro tra 25€ e 860€. Per l’anteprima, tra 20€ e 495€.

Al momento della registrazione sul sito si ricevono le informazioni puntuali sui prezzi e sui posti ancora disponibili. Non c’è preferenza di ordine di richiesta ma conviene registrarsi il prima possibile per avere l’alternativa più ampia.

Una quota dei biglietti del Concerto di Capodanno è venduta tramite rivenditori specializzati, in Italia è possibile rivolgersi a Il Sipario Musicale. Sul sito trovate tutte le informazioni.

Wien Musik Verein. Image credits: Andrew Nash

Per chi non è stato estratto, c’è comunque la possibilità di partecipare, ben coperti e attrezzati perché è all’aperto: alla festa di Capodanno nella piazza davanti al Municipio oppure davanti all’Opera di Vienna, dal maxi schermo.

Oppure ci si può accontentare di guardarlo a casa, al caldo, insieme ai propri cari, davanti alla TV come faremo noi. L’appuntamento è alle ore 13.30 su Rai2. Ci sarete anche voi?

Intano ancora tanti auguri e che sia un 2020 splendente per tutti voi, pieno di sogni e del coraggio di provare a realizzarli. Buon concerto!

 


Appassionata di impresa e di interior design, sono innovation consultant e startup mentor, oggi anche un po' blogger. Aiuto imprenditori, manager e professionisti a trasformare un'idea in un progetto di business, utilizzando l’approccio della Lean Startup e una solida visione strategica. Mi occupo di pianificazione, marketing, comunicazione, supporto e sviluppo canali di vendita. Ho pubblicato il libro Società Antonio Volpe con Giovanni Renzi e sono #bellezzadelegnocurvatodipendente.

RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM
KNOW US BETTER
Impostazioni Privacy
NomeAbilitato
Cookie Tecnici
Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
Facebook
Usiamo Facebook per tracciare connessioni ai canali dei social media.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Cliccando su accetta, confermi il salvataggio dei cookie.