Mercanteinfiera Autunno 2017 - Legno Curvato

Mercanteinfiera Autunno 2017

Mercanteinfiera Autunno 2017

Eccoci al secondo e ultimo appuntamento del 2017 del Mercanteinfiera a Parma.

Tra i tanti mobili e oggetti, anche in questa edizione gli oggetti in legno curvato a vapore non erano molti. Persevera nel dominare il mobile e l’accessorio vintage di metà del ‘900, particolarmente presente il gusto anni ’50 e ’60.

Ho avuto l’impressione di una presenza straniera crescente. Sempre francesi, inglesi e russi ma quest’anno per la prima volta ho visto girare molti commercianti cinesi.

Qualche oggetto bello e importante e una bella sorpresa l’ho avuta per cui posso ritenermi soddisfatto.

 

Chaise longue

Ecco l’oggetto in legno curvato più raro di questa edizione, una splendida chaiselongue basculante Thonet modello n. 7500 di colore naturale. L’ho trovata nel Padiglione n.6.

È il modello a cui Le Corbusier e i suoi due soci, Pierre Jeanneret e Charlotte Perriand, si sono ispirati nel creare la loro chiase longue Thonet B306, oggi prodotta e distribuita da Cassina come modello LC4.

Negli stand ho visto diversi portariviste (in verità porta spartiti) Thonet modello n. 11833 e dei tavolini Fledermaus prodotti dalla Jacob & Josef Kohn e dalla Thonet.

 

Portariviste

Oggetti in linea curva

Ancora un salotto Thonet con un tessuto d’epoca, formato da poltrone, divano sedie e tavolino e qualche dondolo.

Belli anche i portaombrelli della Fischel e della Kohn, riuniti in uno stand di un commerciante di Piacenza.

Ma ecco la chicca della mia visita, quella che ha dato un significato particolare al mio viaggio a Parma.

Dovete sapere che quasi vent’anni fa, quando ho iniziato a scrivere il mio primo libro “Curve e biondi riccioli viennesi”, mi prestarono due oggetti particolari, che ho fotografato e pubblicato poi a pagina 71.

Si tratta di un tavolino e di una sedia di colore biondo, con il tessuto della seduta e del piano del tavolino abbinati. Prodotti dalla Jacob & Josef Kohn, nel 1905 sono stati disegnati da Josef Hoffmann per il progetto del Cabaret Fledermaus, a Vienna.

Allora provai ad acquistarli ma il proprietario di fatto si rifiutò, chiedendomi una cifra spropositata.

Ma il destino evidentemente voleva che quegli oggetti mi dovessero arrivare prima o poi. Infatti, li ho ritrovati in fiera da un commerciante di Fiorenzuola d’Arda e li ho subito comprati.

 

Libro Curve e biondi riccioli Viennesi

Sedia e tavolino Fledermaus

Sedia e tavolino J&J Kohn modello Fledermaus di Josef Hoffmann, 1905

Non so come gli siano arrivati da Milano né che strada abbiano fatto per raggiungermi di nuovo dopo così tanti anni ma sono proprio gli stessi. Il loro colore miele è incredibilmente bello e oggi ho fatto fare il vetro che era mancante anche allora. Così ora sono perfetti.

Tutto ciò che non viene riconosciuto dalla coscienza, tornerà indietro come destino. (Carl Gustav Jung)

Mi sa che è proprio così. Ora capite perché sono così innamorato di questa storia meravigliosa che riesce sempre a sorprendermi come se il tempo non passasse mai.

E voi siete andati a visitare il Mercanteinfiera a Parma? Se sì, vi aspettiamo nei commenti.

 


Ho comprato la mia prima sedia Thonet a vent’anni e oggi sono uno dei massimi esperti al mondo di legno curvato, lo stile viennese nell’arredo. Nato architetto, mi occupo di consulenza e formazione sulla storia Thonet, di expertise e curatele per vari musei europei. Sono autore di vari libri sul legno curvato, l'ultimo sulla Società Antonio Volpe, ma anche liberty e art deco. La ricerca storica è la mia grande passione.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM
KNOW US BETTER

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.